Accordo di collaborazione CAB - MUSA

Il 6 marzo 2017 il Centro Museale “Musei delle Scienze AgrarieMUSA” e il Centro di Ateneo per le Biblioteche “Roberto Pettorino” hanno firmato una Convenzione che prevede un importante accordo di collaborazione tra la Biblioteca di Area Agraria e il Centro Musa ai fini della tutela e valorizzazione dell’ingente patrimonio librario, archivistico e museale posseduto nelle rispettive collezioni.

Riportiamo di seguito il testo della Convenzione, ratificata con Protocollo 2017/0032472 del 05/04/2017 (scarica qui il pdf, 1,4 Mb).

 

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

TRA

 

Centro Museale “Musei delle Scienze AgrarieMUSA” (d’ora in poi Centro MUSA),  con sede in Via Università, 100 – Portici, Codice Fiscale e Partita IVA n. 00876220633, istituito a seguito delle Deliberazioni del Senato Accademico dell’Università degli Studi di Napoli Federico II n. 29 del 23/03/2011 e n. 44 del 24/03/2011 per la valorizzazione del patrimonio scientifico-naturalistico, storico, artistico e tecnologico dell’Università, rappresentato dal prof. Stefano Mazzoleni in qualità di Direttore del Centro Museale, domiciliato per la carica presso la sede di Via Università a Portici.

Centro di Ateneo per le Biblioteche “Roberto Pettorino” (d’ora in poi CAB), con sede in Piazza Bellini 59-60 - 80138 Napoli, Codice Fiscale e Partita IVA n. 00876220633, istituito con D.R. n. 376 del 02/02/2009, rappresentato per la firma del presente atto dal prof. Roberto Delle Donne, in qualità di Presidente del Centro, domiciliato per la carica presso la sede di Piazza Bellini a Napoli.

Premesso che:

  • il Centro MUSA è uno dei due Centri Museali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” ed ha sede presso la Reggia di Portici. Il MUSA riunisce i seguenti musei: Museo Botanico “Orazio Comes”, Museo “Orto Botanico di Portici”, Museo Anatomo - Zootecnico “Tito Manlio Bettini”, Museo di Mineralogia “Antonio Parascandola”, Museo di Entomologia “Filippo Silvestri”, Museo delle Macchine Agricole “Carlo Santini” e Museo Agronomico. Gestisce inoltre l’Archivio Filangieri e l’Herculanense Museum, anch’esso localizzato al piano nobile della Reggia di Portici. Tra le sue attività istituzionali, il Centro MUSA organizza stage di studio e visite guidate al Sito Reale di Portici ed attività didattiche ed espositive per la valorizzazione e fruizione delle collezioni;
  • Il CAB provvede al coordinamento del Sistema Bibliotecario di Ateneo, costituito dalla Biblioteca digitale e dalle Biblioteche di Area, secondo le linee indicate nel Regolamento del Sistema Bibliotecario di Ateneo e del Centro di Ateneo per le Biblioteche emanato con DR/2013/574 del 14/02/2013. La Biblioteca di Area Agraria (d’ora in poi BibAgr), è una delle Strutture di servizio in cui si articola il Sistema Bibliotecario di Ateneo coordinato dal CAB. Come tutte le ex Biblioteche Centrali di Facoltà, è stata istituita come Biblioteca di Area, afferente al CAB in base al sopra citato DR/2013/574. BibAgr ha sede nella Reggia di Portici ed è stata indicata dal Dipartimento di Agraria con apposita delibera come sua biblioteca di riferimento, pertanto essa risponde alle esigenze della didattica e della ricerca del Dipartimento di Agraria;
  • Centro MUSA e BibAgr hanno entrambe la loro sede al piano nobile della Reggia di Portici.
  • la “Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania”, la “Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici di Napoli e Provincia”, la “Provincia di Napoli”, l’Università di Napoli “Federico II” hanno stipulato una Convenzione per la valorizzazione e la fruizione pubblica della Reggia di Portici, in base alla quale il piano nobile è destinato a diventare progressivamente un Sistema Museale Integrato (vedi Delibera Giunta Provinciale n. 452 del 5 luglio 2013);
  • nel patrimonio del Centro MUSA rientrano tra l’altro: un fondo di circa 150 libri antichi appartenuti ad Orazio Comes (edizioni a stampa che vanno dal 1525 al 1830); un ricco fondo archivistico di grande valore documentale per la ricostruzione storica della Scuola di Agraria di Portici; diverse serie di tavole didattiche di grandi dimensioni relative alla botanica (morfologia ed anatomia) e all’entomologia; l’archivio Filangieri, costituito da migliaia di documenti fotografici e catalografici, relativi al patrimonio architettonico, naturalistico e paesaggistico della Campania (in gran parte già catalogato sulla piattaforma Topothek e in attesa d’inserimento nel Catalogo di Ateneo ALMA, e su eCo - Collezioni digitali dell’Università di Napoli Federico II - piattaforma per la raccolta e la diffusione in rete del patrimonio librario di ateneo, manoscritto e a stampa);
  • BibAgr possiede un fondo antico di oltre 600 opere monografiche (tra cui 47 cinquecentine, 37 seicentine e centinaia di edizioni del settecento e primo ottocento) oltre a numerosi periodici di interesse agrario pubblicati nel XIX secolo, che, in base alle risultanze del Catalogo Italiano dei Periodici (ACNP), sono posseduti esclusivamente dalla Biblioteca di Agraria;

Ritenuto che:

-        Centro MUSA e BibAgr hanno come obiettivo comune la tutela e la valorizzazione dell’ingente patrimonio librario, archivistico e museale posseduto nelle rispettive collezioni;

-        in attuazione della Convenzione per la valorizzazione e la fruizione pubblica della Reggia di Portici, è indispensabile avviare una razionalizzazione del patrimonio documentario posseduto da BibAgr e dell’insieme delle risorse documentarie attualmente dislocate in varie sedi della Reggia (ex biblioteche dipartimentali e collezioni del Museo Comes), ottimizzando la distribuzione dei fondi librari (monografie e periodici) in modo più funzionale ai futuri usi dei locali della Reggia, nonché alla fruizione dei servizi da erogare all’utenza;

si conviene quanto segue:

Art. 1 – Centro MUSA e BibAgr collaboreranno per:

  • la realizzazione di interventi di catalogazione, inventariazione, digitalizzazione e messa in linea su siti e piattaforme istituzionali di tutto il materiale librario, archivistico e museale presente nelle rispettive collezioni, allo scopo di favorire nel modo più ampio possibile la diffusione in rete delle raccolte documentarie di rilevante interesse scientifico e culturale
  • la possibilità di gestire in comune gli spazi delle rispettive strutture, in particolar modo in occasione delle visite agli ambienti e degli eventi organizzati anche in collaborazione con il Dipartimento di Agraria

Art. 2 – Per la realizzazione dei progetti di digitalizzazione la biblioteca mette a disposizione lo scanner planetario da collocare presso un locale del Centro Musa. Il Centro Musa potrà collaborare con attività di proprie unità di personale a questi progetti.

Art. 3 - Il progetto di digitalizzazione si realizzerà sulle seguenti collezioni:

-        collezioni librarie (sia monografie che periodici) di rilevante interesse storico-scientifico appartenenti ad entrambe le strutture;

-        erbario storico del Museo botanico Orazio Comes;

-        tavole iconografiche dei Musei Comes e Silvestri.

Art. 4 – Ai fini della valorizzazione del Sito e della miglior fruizione delle sale, il Centro Musa potrà collaborare con BibAgr alla sorveglianza dell’aula studio.

Art. 5 – Nell’ambito della collaborazione tra Centro Musa e CAB si potrà sviluppare una funzione di supporto amministrativo da parte del MUSA alla BibAgr.

Art. 6 - La durata della presente Convenzione è di anni 6 (sei) a decorrere dalla data di sottoscrizione. La stessa potrà essere rinnovata per ulteriori cinque anni ma è data facoltà alle parti di recedere dalla stessa mediante comunicazione scritta agli altri firmatari con un preavviso di mesi sei.

Portici, 6 marzo 2017                                                           

 

Centro Museale “Musei delle Scienze Agrarie”MUSA

Prof. Stefano Mazzoleni

 
Centro di Ateneo per le Biblioteche “Roberto Pettorino”

Prof. Roberto Delle Donne